:: Intervista a Susanna Angelino a cura di Elena Romanello

Susanna Angelino, appassionata di scrittura e cultura dark, ha debuttato con la casa editrice Montecovello con il romanzo Sara, non la solita storia di vampiri pur inserendosi nel revival che questo genere sta attraversando.

Come sei arrivata a scrivere Sara?

Ho cominciato a scrivere Sara nell’estate del 2008, dopo aver conseguito la laurea in lingue e letterature straniere, e dopo aver scritto una tesi proprio sul vastissimo mondo dei vampiri, ho deciso di dedicarmi al progetto “Sara”, anche perché ero appena uscita da un periodo non proprio felice e avevo bisogno di una ‘cura’. “Sara” è stata la mia terapia.

Perché hai scelto il genere dei vampiri, per moda o per interesse?

Per interesse. Ho sempre nutrito, sin da piccola, un amore smodato per tutte le creature del mondo ultraterreno e ho sempre trovato i vampiri i ‘mesmerizzatori’ per eccellenza, quelli che sapevano alla perfezione il fatto loro.  E’ proprio per questo che ho sempre avvertito una specie di attrazione psicologica nei loro confronti. In fondo in fondo, anche io mi ritengo un po’ ‘vampira’, e nel mio modo di essere e nel mio stile di vita.

Perché secondo te oggi piace così tanto il genere fantastico?

Se ben ricordo, penso che il ‘boom’ ci sia stato con Harry Potter e sia continuato poi con la  Twilight saga. Credo che oggi come oggi, e più che mai nell’attualità in cui ci ritroviamo, le persone abbiamo bisogno di un diversivo, di qualcosa che faccia evadere loro dalla realtà non sempre appagante e, qual miglior palliativo che una storia d’amore turbolenta, affascinante e intensa come quella che ci racconta Stephenie Meyer in Twilight? In fondo in fondo, siamo rimasti tutti un po’ bambini e almeno con i film e i romanzi, questo desiderio di ‘fuga’ è appagato in un certo qual modo.

Quali sono i tuoi maestri in libri, film e simili?

Bella domanda. I miei maestri … be’, ce ne sono stati diversi in realtà. Comincio con i ‘classici’ che ho studiato a scuola ossia: Leopardi e Foscolo in particolar modo. La loro inquietudine l’ho metabolizzata in un certo qual modo e in effetti, qualche anno fa, scrivevo principalmente poesie, ispirandomi moltissimo a Leopardi (le pubblicherò, prima o poi). Crescendo, ho rispolverato il buon vecchio Abraham Stoker e Mary Shelley, visto che quando ero piccola, mio zio si divertiva a leggere le opere di questi due autori prima che mi addormentassi. Poi ho ‘conosciuto’ Stephen King, ed è stato amore a prima vista e continuando: Nancy Kilpatrick, Laurell K. Hamilton, Anne Rice, Banana Yoshimoto. Direi che sono questi i ‘cardini’ della mia crescita letteraria e come scrittrice. Per quanto riguarda il cinema invece, ci sarebbe una lista infinita ma cercherò di citare i registi che mi hanno lasciato qualcosa di importante: Stanley Kubrick, Guillermo del Toro, Jim Henson, Friedrich Wilhelm Murnau, Fritz Lang, Man Ray, Francis Ford Coppola e potrei continuare all’infinito ma mi fermo per non tediarvi oltre.

Progetti futuri?

Attualmente mi occupo di cinema per il sito urbanfantasy.it. Sono in procinto di dare un seguito alle avventure di Sara ed Andrew, un mio racconto Urban Fantasy farà parte di un’antologia che sarà pubblicata dalla casa editrice Montecovello, e ci sono tanti altri progetti a cui vorrei dedicarmi, non solo letterari. Per varie ed eventuali, vi invito alla pagina ufficiale del mio romanzo: sarailromanzo.jimdo.com oppure al mio profilo facebook: http://www.facebook.com/susanna.angelino.

Che consiglio daresti a chi scrive?

Il primo consiglio che mi viene in mente è quello di non gettare MAI la spugna, di essere testardi fino al midollo e di inseguire SEMPRE i propri sogni, anche se le persone che ci circondano non credono in ciò che facciamo. Un ulteriore consiglio è quello di avere una grandissima pazienza. Scrivere un libro non è facile e pubblicarlo e pubblicizzarlo spesso risulta anche più difficile. Chi volesse intraprendere la carriera dello scrittore, si deve armare di tanta buona volontà, tanta voglia di fare e il desiderio di non gettare mai la spugna, nonostante le avversità.

About these ads

Una Risposta to “:: Intervista a Susanna Angelino a cura di Elena Romanello”

  1. :: Intervista a Susanna Angelino a cura di Elena Romanello « Liberi di scrivere « Elena Romanello scrittrice e non solo Says:

    [...] :: Intervista a Susanna Angelino a cura di Elena Romanello « Liberi di scrivere. Share this:TwitterFacebookLike this:LikeBe the first to like this post. [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: