:: Recensione di Lord John e una questione personale di Diana Gabaldon

lord_john_e_una_questione_personaleDiana Gabaldon scrittrice americana originaria dell’Arizona ha raggiunto la fama internazionale grazie a La Straniera, primo romanzo di una serie giunta ormai al 13° episodio, che si ricollega al genere dei viaggi nel tempo e narra le avventure di Jamie e Claire un’ infermiera che dal 1945 si ritrova catapultata nel 1743.
Ricordo di avere trovato alcuni volumi della saga in biblioteca e seppure è passato un bel po’ di tempo ricordo anche che mi erano pure piaciuti. Per cui ho affrontato la lettura di questa sua ultima fatica, che a dire il vero è il primo di una nuova serie, abbastanza fiduciosa.
Edito in Italia da Corbaccio, come tutte le opere della Gabaldon, Lord John e una questione personale è un mystery storico, originale e ben congegnato, che si avvale di un protagonista affascinante e misterioso impegnato a nascondere la sua omosessualità in una società bigotta e sostanzialmente immorale e libertina in cui il buon nome è una vera religione e lo scandalo il peggior nemico.
Nello scenario sfarzoso e nello stesso tempo licenzioso ed equivoco della Londra del 1757 Lord John Gray, maggiore al servizio di Sua Maestà Giorgio II,  personaggio già presente nella Straniera con un ruolo secondario a cui l’autrice sembra particolarmente affezionata, si trova ad improvvisarsi investigatore sulle tracce di Joseph Trevelyan, promesso sposo di sua cugina Olivia, oppresso da un ingombrante e per quei tempi inguaribile segreto, e dell’assassino del sergente Timothy O’ Connell sospettato di essere una spia e di aver trafugato alcuni documenti che potrebbero mettere in forse le sorti del conflitto combattuto tra inglesi e francesi.
Le indagini lo porteranno ben presto a scoprire un collegamento tra i due casi e a seguire una misteriosa donna vestita di verde che potrebbe avere tutte le risposte. Coniugando l’avventura in costume al giallo classico, in cui un investigatore dilettante si trova ad indagare su un delitto utilizzando unicamente l’ intelligenza e il buon senso, Lord John e una questione personale è un divertente affresco di un’ epoca che l’autrice sa riportare alla luce con sorprendente bravura.
La ricostruzione storica è infatti accurata e minuziosa pur nei suoi aspetti più nascosti e meno conosciuti. Tra la sontuosità dei salotti dell’alta società e la desolazione dei bassifondi e dei bordelli, Lord John ci porta a conoscere un mondo incredibilmente effervescente e vitale ricco di personaggi pittoreschi ed espressivi ma anche avidi, dissoluti e corrotti capaci di ogni tradimento e di ogni nefandezza.

Diana Gabaldon è nata in Arizona nel 1952. Ha incominciato a scrivere alla fine degli anni Ottanta per divertimento e per vedere se ne era capace. Nel 1991 ha pubblicato il suo primo romanzo, La straniera e ha capito che aveva trovato un nuovo, appassionante mestiere. La saga della Straniera, pubblicata in Italia da Corbaccio, è stata tradotta in 19 lingue ed è venduta in 23 paesi di tutto il mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: