:: L’invasione delle tenebre, Glenn Cooper (Nord, 2015), a cura di Micol Borzatta

òi

Clicca sulla cover per l’acquisto

Con L’invasione delle tenebre ci troviamo a concludere il nostro viaggio negli inferi iniziato un anno fa con Dannati.
Infatti il secondo viaggio di Emily e John che abbiamo seguito in La porta delle tenebre per andare a salvare la sorella e i nipoti di lei e le altre persone che erano state trasportate, ha causato danni veramente rilevanti in tutto il paese, infatti si sono aperti dei nodi in tutto il territorio britannico che hanno aperto porte interdimensionali trasportando interi quartieri e un’intera classe di un college all’inferno, e ripopolandoli con esseri infernali, mostruosi e feroci.
All’assemblea dei maggiori ministri e competenti scienziati la prima soluzione che viene proposta è quella di spegnere il macchinario e chiudere del tutto il progetto avvalendosi della scusante che la perdita di pochi è meglio della perdita del territorio intero. Il primo ministro della difesa però è il padre di uno dei ragazzi e non vuole assolutamente rinunciare al figlio, e pur dando la colpa interamente al MAAC e in particolare per essere tornati una seconda volta in quel posto disgustoso causando così anomalie peggiori, li sollecita a sbrigarsi a iniziare una spedizione di recupero e a trovare una soluzione.
E una soluzione effettivamente c’è, e per assurdo che possa essere è proprio all’inferno: si tratta del defunto Paul Loomis, ex direttore del MAAC che si è suicidato dopo aver ammazzato la moglie e l’amante di lei anni prima.
Inizia così un nuovo viaggio tra le lande infernali cercando di sopravvivere il più a lungo possibile, con la speranza nei loro cuori che sia l’ultimo viaggio e la soluzione definitiva del problema.
Un romanzo spettacolare, ancora meglio delle aspettative scaturite dalla lettura dei due romanzi precedenti.
Ritroviamo lo stile inconfondibile di Cooper con le sue descrizioni minuziose che oltre a essere riferite alle ambientazioni create magistralmente, che trasmettono tutta l’inquietudine e il terrore al lettore come se si trovasse davvero all’inferno, le ritroviamo anche riguardanti ai personaggi, trasmettendoci le loro paure, le loro insicurezze, il loro terrore rendendoli concreti e tastabili fino ad arrivare all’animo del lettore che si ritrova al centro di un vortice di emozioni che lo catturano per tutta la durata del libro.
Atmosfere ancora più terrificanti che ci colpiscono direttamente perché oltre a interessare l’inferno, a cui ci siamo abituati negli altri due libri, stavolta riguardano anche il nostro mondo, infatti troviamo una Londra totalmente distrutta da sembrare una città fantasma, assediata dai Dannati che sono tornati nel nostro mondo e che si divertono ad andare in giro a mangiare persone, distruggere tutto e creare il caos più assoluto.
Un capitolo terrificante, nel senso più positivo del termine e relativo all’atmosfera, che chiude perfettamente una trilogia che ha saputo conquistare il mondo editoriale.

Glenn Cooper nasce a White Plains nel 1952. Scrittore, medico, archeologo, sceneggiatore, produttore cinematografico e scrittore. Ha iniziato la sua carriera letteraria negli anni novanta, usandola come metodo per portare equilibrio nella sua vita. Nel 2009 pubblica La biblioteca dei morti, il suo primo libro, che ha avuto un successo enorme portandolo a scrivere i successivi seguiti. Divenuto famoso per essere uno scrittore molto amichevole con i suoi fan risponde direttamente ai suoi messaggi su Facebook e Twitter pur scrivendo per più di dieci mesi all’anno sette giorni su sette. Nel 2012 riceve la cittadinanza onoraria della città di Solofra in Campania.

Source: ebook inviato dall’editore, ringraziamo Barbara e Laura dell’Ufficio Stampa Nord.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: