:: L’eredità medicea, Patrizia Debicke Van Der Noot (Parallelo45 Edizioni, 2015) a cura di Micol Borzatta

3107217

Clicca sulla cover per l’acquisto

Alessandro de’ Medici, duca di Firenze, è appena stato assassinato da Lorenzino de’ Medici, detto il filosofo, lasciando vedova Margareta d’Austria. L’assassinio era stato messo in atto per una voglia da parte del filosofo di salire al potere al posto del parente, ma dopo aver compiuto l’omicidio ed essersi vantato in lungo e in largo, preso da un attacco di codardia consono alla sua natura, scappa da Firenze lasciando il seggio vuoto. I fiorentini vogliono come successore assolutamente uno di loro, non accetteranno nessun altro candidato come nuovo duca, così il consiglio dei Quarantotto decide di nominare Cosimo de’ Medici, ragazzo molto giovane con i suoi 17 anni, ritenendolo facilmente malleabile e manovrabile, ma con il passare del tempo dimostrerà lo stesso spirito e la stessa forza d’animo del padre, Giovanni de’ Medici detto delle Bande Nere, e della nonna, Caterina Sforza.
Appena arrivato a Firenze Cosimo si innamora subito di Margherita D’Austria, vedova di Alessandro de’ Medici, e cerca in tutti i modi di sposarla, ma l’imperatore, padre di lei, ha altri piani per la figlia e con la scusa che la figlia deve rispettare il lutto temporeggia fino a quando Cosimo non decide di sposarsi con Eleonora di Toledo.
Durante il regno di Cosimo grandi forze si muovono nell’ombra, a partire da un personaggio sconosciuto e misterioso che si fa chiamare appunto L’Ombra, fino ad arrivare alla Chiesa Cattolica nelle veci del Papa, alle famiglie rivali dei de Medici che vogliono a tutti i costi spodestare Cosimo per conquistarsi tutto il potere.
Un romanzo storico che sa unire fatti reali a narrazioni di fantasia unendo così storia e sentimento.
Una narrazione che pur partendo molto avvincente e briosa con l’omicidio di Alessandro de’ Medici e la fuga di Lorenzino de’ Medici, rallenta purtroppo in maniera drastica, bloccandosi con lunghe descrizioni di piatti cucinati, pasti luculliani e vestiti sfarzosi, perdendo così l’attenzione del lettore che deve aspettare di arrivare almeno a metà romanzo prima di ritrovare un po’ di azione che riesca a riassorbirlo nella lettura, azione che questa volta riesce però a tenerlo legato fino alla fine del romanzo facendogli provare emozioni contrastanti e coinvolgendolo al punto che si ritroverà a incitare i suoi personaggi preferiti, mentre combatterà con loro per difendere la vita di Cosimo.
I personaggi sono molto ben caratterizzati, sia a livello fisico che a livello emotivo, tant’è vero che si riesce a percepire l’amore di Alessandro Vitelli per Angela, la frustrazione di Bianca quando Cosimo parte per Firenze e pensa che pur essendo incinta di lui non lo potrà più avere tutto per sé, i sentimenti prima contrastanti e poi sempre più profondi di Margherita d’Austria…
Un modo tutto nuovo e alla fine molto piacevole di riscoprire fatti di storia, un romanzo che, nonostante il suo andamento altalenante, sa rapire il lettore ed entrargli nel cuore e nell’animo, trasportandolo in un bellissimo viaggio nell’Italia del 1500.

Patrizia Debicke Van Der Noot è nata a Firenze nel 1942.
Nipote del segretario storico del famoso premio letterario fiorentino L’Antico Fattore, Candido Vanni, ha trascorso molti anni della sua vita a viaggiare, vivendo così sia in Italia che all’estero.
Bilingue, grazie anche alla nonna alsaziana, ha lavorato sempre come scrittrice.
Grazie al primo marito, il principe Alessandro Ruspoli, ha frequentato gli ambienti dell’aristocrazia degli anni ’60 e ’70.
Tra le sue pubblicazioni ci sono vari racconti e antologie, ebook con MilanoNera e Delos Digital. Con Corbaccio ha pubblicato L’oro dei Medici, La gemma del cardinale e L’uomo dagli occhi glauchi.
Nel 2010 ha vinto il secondo premio assoluto al VI Festival Mediterraneo del giallo e del noir con L’uomo dagli occhi glauchi.
Nel 2012 premio letterario alla carriera al IX Premio Europa di Pisa.
Nel 2013 ha pubblicato La sentinella del Papa con Todaro.
Tra i suoi impegni anche molte conferenze storiche per il FAI, circoli di lettura e corsi di scrittura.

Source: libro inviato dall’ editore al recensore.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Annunci

Tag:

Una Risposta to “:: L’eredità medicea, Patrizia Debicke Van Der Noot (Parallelo45 Edizioni, 2015) a cura di Micol Borzatta”

  1. mrmaow Says:

    L’ha ribloggato su Quattro chiacchiere in compagniae ha commentato:
    Recensione pubblicata sul blog Liberi di Scrivere con cui collaboro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: