:: Ai morti non dire addio, Brian Freeman (Piemme, 2016) a cura di Micol Borzatta

cover

Clicca sulla cover per l’acquisto

La vita di Jonathan Stride sembra andare per il meglio, ci ha messo nove anni per riprendersi, dopo la morte della moglie di Cindy a causa di un tumore, quando la sua nuova compagna, Serena, mentre era in cerca di Cat, la ragazza di cui si occupano, rimane testimone di un omicidio.
Stride inizia subito a indagare, è il suo lavoro, ma viene subito ribattuto indietro di nove anni.
Sul luogo dell’omicidio viene trovata la pistola che nove anni prima ha ucciso Jay Ferris, il marito della dottoressa Janine Snow, e di cui è stata accusata proprio la moglie.
Stride ha sempre saputo di non avere mai sbagliato, ha sempre pensato che Janine fosse colpevole, ma le nuove prove mettono tutto in discussione.
Ormai tutti sono convinti che Janine sia innocente, ma Stride no, e non smetterà fino a quando le indagini non saranno concluse definitivamente.
Un romanzo avvincente molto particolare in cui troviamo un romanzo dentro al romanzo. Infatti Freeman riesce a unire praticamente due libri in uno solo, iniziando con l’incipit del nuovo caso, passando poi alle indagini del passato, raccontate nei minimi particolari, come se fosse un libro a se stante, e poi ritornando a finire il nuovo caso.
Due libri, due casi, che in realtà sono legati fra di loro più di quanto si creda, con colpi di scena continui che coinvolgono il lettore al punto che si ritroverà più di una volta a trarre delle conclusioni che poi dovrà rivedere e cambiare, riprendendo in esame tutte le informazioni.
Uno stile narrativo da fibrillazione, pieno di svolte e accelerate che sanno come tenere il lettore sempre attento e coinvolto.
Uno dei migliori romanzi mai letti.

Brian Freeman è uno dei maggiori autori thriller americani. Nel 2006 ha esordito con Immoral, vincendo anche il Macavity Award. Nel 2013 con Il veleno nel sangue ha vinto gli International Thriller Awards. Nel 2014 ha pubblicato Polvere alla polvere e La ragazza di pietra, nel 2015 ha pubblicato Io sono tornato. 

Source: pdf inviato dall’editore al recensore, ringraziamo Federica Ufficio stampa Piemme.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Annunci

Tag: , , , , ,

Una Risposta to “:: Ai morti non dire addio, Brian Freeman (Piemme, 2016) a cura di Micol Borzatta”

  1. mrmaow Says:

    L’ha ribloggato su Quattro chiacchiere in compagniae ha commentato:
    Recensione pubblicata sul blog Liberi di Scrivere con cui collaboro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: