:: Un’ intervista con Homobruno, a cura di Elisa Costa

indexCiao, Homobruno. Prima di parlare di “Basta poco”, vorrei farti una domanda generica: hai mai preso spunto dalla realtà per creare i personaggi e le situazioni dei tuoi racconti? Magari dal tuo passato o dal tuo presente?

Ovviamente sì. Passato, presente e futuro.

Veniamo ai personaggi del libro: chi è il tuo preferito? E perché?

È Chiara. Mi piace tutto di lei. Chiara è una bella donna, intelligente, forte, indipendente e con una mente completamente sgombra da superstizioni.

E invece quello che ti piace di meno?

Mi verrebbe facile nominare Manuel, ma dico Christian. Christian attraversa il libro con una sua idea che pian piano gli si concretizza nella testa ma, una volta che ha ottenuto questo dono dal destino, invece di continuare a cercare, per motivi contingenti alla trama, si ferma.

Ti è mai capitato di avere un’ossessione, un chiodo fisso come il “basta poco” del protagonista?

Le ho inventate io le ossessioni. Da quella di Madame Bovary passando per quella di Marcel per Albertine fino a quella del Dj per le playlist. Compreso un baule pieno di altre ossessioni che ho gettato in fondo al mare.

La protagonista femminile, Chiara, è una veterinaria: c’è un motivo particolare per cui hai scelto proprio questa professione?

Chiara che di professione fa la veterinaria esiste veramente. È una persona in carne e ossa che però io non ho mai visto, neanche in foto, né lei conosce me. Prima di terminare la scaletta di “Basta poco” andai a trovare un mio amico e lui per la prima volta mi parlò di Chiara. Dalle sue parole capii subito che lei sarebbe stata il personaggio femminile del libro.

Un altro personaggio è un regista in erba. Ti piace il cinema? Quale genere preferisci?

Io metto il cinema e la letteratura sullo stesso piano. Per i miei gusti queste due forme d’espressione devono essere in grado di intrattenere. Amo il cinema americano, quello in ci sono con le Forze Speciali, la Casa Bianca, il Presidente, la CIA, l’NSA, un po’ meno l’FBI.

Ti piacerebbe se da uno dei tuoi romanzi venisse tratto un film?

Certo. Collaborare alla sceneggiatura tratta da un mio libro è un obiettivo.

Se il romanzo in questione fosse “Basta poco”, quali attori sceglieresti per impersonare i protagonisti?

Chiara : Maggie Gyllenhaal – François (Dj) : Colin Farrel – Manuel : Ralph Fiennes –

Christian : Joaquin Phoenix – Bob : Jake Gyllenhaal – L’Oracolo : Anthony Hopkins.

Al momento stai lavorando a qualche altro progetto editoriale? Puoi anticiparci qualcosa?

Ho finito di scrivere “Domino”, per il momento lo sto correggendo. Il romanzo parla di un uomo che per tutta una serie di circostanze, attraverso le quattro stagioni, si troverà a confrontarsi con quattro donne.

Adesso una domanda un po’ strana! Alcuni autori riescono a concentrarsi solo se si trovano in un luogo preciso: anche tu hai una “tana” dove rinchiuderti quando vuoi scrivere?

La mia casa è piccola e gonfia di oggetti. Non ho un posto romantico dove comporre, uso il tavolo della cucina dove io e mia moglie mangiamo. La mia tana è la notte.

Un’ultima cosa: sinceramente, ti piacerebbe essere il protagonista di un romanzo di Homobruno?

Lo sono già stato con “Basta poco” e lo sarò in futuro con i prossimi libri.

Grazie mille per l’attenzione e la gentilezza!

Grazie a te.

Advertisements

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: