:: Il sesto giorno, di Rosanna Rubino (Fazi, 2016) a cura di Federica Belleri

sesto

Clicca sulla cover per l’acqusito

Ronnie Rosso ha sei giorni di tempo. Solo sei, per prendere una decisione importante e vedere la sua società quotata in borsa. Fa freddo a Milano, ma a lui non sembra interessare. Ronnie corre, conta i passi, macina metri su metri. Ogni tanto si ferma e respira. La sua città è in subbuglio. Manifestanti ovunque, disordini e rudimentali ordigni esplosivi. Lui passa e osserva, indifferente. Si rifugia nel suo attico, si siede a bordo piscina e si perde, in un passato neanche troppo lontano. Ha solo trentacinque anni, un fisico atletico e ha già conquistato tutto: fama, denaro e rispetto … forse.

Ha una storia pesante da raccontare. A lui piacciono le storie. Si sta liberando da un peso? È anaffettivo Ronnie, guarda ma non approfondisce. Ascolta ma non sente. Non si accorge della presenza dei suoi collaboratori più fidati. Non pensa a tutte le parole che gli escono dalla bocca e a quanto possano ferire. Cosa gli importa davvero?  Quali sono i suoi veri sentimenti?
Conta Ronnie, memorizza gli spazi attorno a sé per avere sempre sott’occhio una via di fuga. Impara i vocaboli e il loro significato. Scappa da se stesso, con un paio di comode scarpe ai piedi. Sopravvive, galleggiando a pancia in su, guardando il cielo e non ascoltando le urla di chi soffre. Non dorme Ronnie, da troppe ore. Abbraccia, senza percepire il calore. È attratto dai colori forti e dai numeri. È legato al suo essere bambino e alla forza che ha sviluppato per non soffrire.
Secondo romanzo questo, per Rosanna Rubino. Scrittura particolare e a tratti spigolosa. Spazi delimitati. Capitoli scanditi da luoghi e orari precisi. Rispecchiano la personalità di Ronnie Rosso. Ritmo sempre sostenuto e crescente nella parte finale. Quattro protagonisti, che hanno un nome. Altri, per i quali un nome proprio non è fondamentale. Mi permetto di definirlo un “noir dell’anima”. Davvero un’ottima e sorprendente lettura. Lo consiglio.

Rosanna Rubino Nata a Napoli, vive a Milano. Architetto, specialista in marketing e comunicazione, consulente nel settore real estate, ha collaborato con il Politecnico di Milano, la Comunità Europea e l’Istituto Europeo di Design. Ha esordito nel 2013 con il romanzo Tony Tormenta (Fanucci), ottenendo un grande successo di critica. È mamma di Sophie, una bimba di sei anni.

Source: prestito bibliotecario.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: