:: Come il colore della terra, di Marco Gastoni e Nicola Gobbi, (Eris Edizioni, 2015), a cura di Elena Romanello

colterra0

Clicca sulla cover per l’acquisto

Solo pochi ottusi pensano ancora che i fumetti siano robetta di pura evasione e di bassa qualità: da anni molte case editrici propongono storie, seriali o singole, le famose graphic novel, dove si riflette sull’oggi e il ieri in tutte le sue forme, presentando storie anche poco note attraverso immagini e parole.
Come il colore della terra, storia in salsa messicana ideata da due italiani, porta in un mondo diviso tra magia e realtà, il Chiapas, regione del Messico dove negli anni Novanta ci fu la rivoluzione zapatista, relegata sui mass media italiani a a poche righe amargine di altri fatti, tentativo di creare una società più giusta rispetto a quella imposta dagli interessi della criminalità e delle multinazionali.
Tutto viene raccontato, in tavole a colori pastello particolarmente suggestive, attraverso gli occhi di due bambini, José e Juana, che poi crescono, assistendo agli attacchi al loro villaggio, alla paura degli animali, con cui convivono come con degli amici, alle proteste per avere una vita dignitosa, loro, eredi dei Maya, popolo ridotto in schiavitù dai Conquistadores spagnoli e in cerca di un’identità e cultura, all’esperimento delle comunità zapatiste di una vita in armonia con i cicli naturali e l’ambiente.
A fare da voce narrante ci sono una volpe e un corvo, che discutono e osservano i comportamenti degli esseri umani in un piccolo paradiso terrestre che può diventare facilmente un inferno, ma il tutto è pervaso da un’atmosfera da favola e da magia, anche se la gravità di certi fatti non è certo nascosta.
Come il colore della terra si inserisce nella tradizione delle graphic novel di impegno sociale e su fatti di Storia contemporanea, con però una lievità in più, che rende la storia godibile e leggibile anche per il pubblico più giovane, che si troverà immerso, come anche il pubblico adulto, in un mondo tutto da scoprire e conoscere, per capire cosa succede in luoghi lontani ma nello stesso tempo interessantissimi,forse perché si sperimentano nuovi modi di vivere.
Tra le righe, c’è anche molto del realismo magico caro agli autori e autrici sudamericani, da Gabriel Garcia Marquez a Isabel Allende, che racconta in maniera efficace un mondo dove si sono mescolate, spesso in maniera tragica, culture diverse, ma dove questa visione fantastica della realtà e della natura ha dato un senso a tutto. Un’opera per tutta la famiglia quindi, spunto di approfondimenti sull’oggi ma in una prospettiva diversa, dove gli animali parlano e alcuni esseri umani provano a credere, nonostante tutto e contro tutto, in un mondo che può essere migliore.

Nicola Gobbi, di Ancona, è disegnatore di graphic novel su tematiche sociali per svariate case editrici oltre ad Eris. Appassionato di culture latino americane, ha avuto modo di visitare il Messico, e usa come strumento principe per i suoi disegni le buone vecchie matite colorate. Tra le sue fonti di ispirazione ci sono i fumetti argentini, con autori come Alack Sinner, Muñioz e Cyril Pedrosa.

Marco Gastoni, sceneggiatore, si occupa da anni del movimento zapatista in Messico e collabora con la fondazione Caffè Malatesta che importa il caffè coltivato nelle cooperative del Chiapas in un’ottica di commercio equo e solidale.

Source: libro inviato dall’ editore al recensore, ringraziamo Gabriele dell’Ufficio Stampa Eris.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Una Risposta to “:: Come il colore della terra, di Marco Gastoni e Nicola Gobbi, (Eris Edizioni, 2015), a cura di Elena Romanello”

  1. :: Come il colore della terra, di Marco Gastoni e Nicola Gobbi, (Eris Edizioni, 2015), a cura di Elena Romanello | Liberi di scrivere « Elena Romanello sito ufficiale Says:

    […] Sorgente: :: Come il colore della terra, di Marco Gastoni e Nicola Gobbi, (Eris Edizioni, 2015), a cura di Ele… […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: