:: La lunga attesa è finità: Nobel per la Letteratura 2016

Fra meno di un’ ora sapremo chi a chi sarà attribuito quest’anno il Premio Nobel per la Letteratura 2016. Dalle 13, di oggi giovedì 13 ottobre, in diretta streaming sapremo finalmente il nome. Siete curiosi anche voi?

Io sono già in attesa: qui il link per la diretta streaming.

Il vincitore é: Bob Dylan

bob

Hey, Mr. Tambourine Man, play a song for me
I’m not sleepy and there ain’t no place I’m going to
Hey, Mr. Tambourine Man, play a song for me
In the jingle jangle morning I’ll come following you

Ci sono rimasta male, a sentire il nome di Bob Dylan, pronunciato forse troppo sbrigativamente dalla poliglotta signora portavoce dell’Accademia svedese.
Mi aspettavo di tutto, ma non quel nome.
Mi aspettavo persino qualche ignoto scrittore africano, o mediorientale, o di qualche isola sperduta tra gli atolli della Polinesia.
Ma non Bob Dylan.
Ho provato sconcerto, delusione, dispiacere.
Bob Dylan è un musicista, cosa centra con la letteratura?
Bob Dylan è americano, per la legge delle distribuzioni territoriali, quando più premieranno Roth, DeLillo, McCarthy?
Per le leggi della fisica non si vive in eterno. McCarthy è del ’33, Roth è del ’33, DeLillo è del ‘36. Non per portare sfiga ma è una considerazione che faccio dato la clausola che il vincitore deve essere in vita.
A che gioco sta giocando l’Accademia Svedese?
Il mio favorito quest’anno era Ngũgĩ Wa Thiong’o, e per ragioni non solo letterarie. L’Africa è la terra del futuro. Quei soldi Ngũgĩ Wa Thiong’o li avrebbe usati bene. Ma invece hanno riguardato all’America, l’America delle elezioni presidenziali, del Trump contro Clinton. Scegliere Bob Dylan è un chiaro messaggio politico della colta e vecchia Europa? Da collegare al premio per la pace? Non l’Africa ma l’America, come continente al centro delle discussioni, dell’attenzione.
Tutte queste considerazioni al netto degli indiscutibili meriti di Dylan (lo ribadisco, perché c’è chi li nega in queste ore concitate). Dylan è un musicista vero, un poeta, autore di canzoni come Mr Tambourine Man, Blowin in the Wind, Desolation Row, Ballad of a Thin Man, di cui invito a riscoprire i testi, che a tutti gli effetti sono letteratura. Testi di un’ epoca in cui la musica era davvero al centro dei dibattiti politici, sociali, etici.
E così ho iniziato a rivedere le mie posizioni. Non sono una che si fossilizza, sono una che cambia idea, anche se sul momento parte in quarta.
Bob Dylan non è stato premiato come musicista o cantante, è stato premiato come poeta e scrittore. Dunque è un premio oggettivo, non dato a spiovere. La poliglotta portavoce dell’ Accademia l’ha accostato a Omero, a Saffo. Di questo hanno discusso in questa settimana aggiuntiva.
Dunque ben venga il Nobel dato a Dylan.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: