:: Il vento delle ore, Ángeles Mastretta (Giunti, 2016) a cura di Micol Borzatta

nmb

Clicca sulla cover per l’acquisto

Siamo a Puebla. Àngeles è ritornata nel paesino in cui è cresciuta e molti ricordi le risalgono alla mente.
Rivive molti momenti della sua infanzia. Partendo da quando sua madre litiga con la sorella, Zia Catita, per il suo lavoro. Catita infatti è una medium e prevede il futuro. Inizialmente lo faceva quasi per gioco per i vicini, poi piano piano ha iniziato a diventare sempre più famosa e farlo sempre più seriamente, fino a ricevere fra la sua clientela persone ricche e iniziare a ricevere dei compensi. La lite tra la madre e Zia Catita è causata dal fatto che la madre di Àngeles non crede affatto nel paranormale e quindi nelle capacità della sorella. Una lite fortissima che sconvolgerà molto Àngeles, e sarà uno degli eventi che marcheranno la sua crescita.
Un altro ricordo molto forte è la volontà di essere magra per poter essere normale, magra come le ragazze dei Beatles, questo è il suo continuo pensiero che per realizzarlo passava intere settimane senza mangiare assolutamente nulla, però poi cedeva e si riabbuffava di nuovo, per poi rincominciare tutto dall’inizio.
Il ricordo molto più doloroso però è quello della lite avuta con la madre a causa della sua scelta di andare a convivere invece di sposarsi. Sua madre, molto religiosa e tradizionalista, pretendeva che anche la figlia seguisse il volere del Supremo, e quindi rispettare i comandamenti e i sacramenti, e il fatto che la figlia non seguisse i suoi voleri non lo accettava.
Un romanzo particolarmente profondo che sviscera attraverso i ricordi i sentimenti e i dolori della Mastretta.
Con uno stile molto semplice e di facile lettura l’autrice si apre completamente con il lettore, toccando temi molto importanti per la crescita di una bambina, come l’amore, la perdita, l’odio, i primi disagi adolescenziali e il distacco dalla famiglia, pur mantenendo sempre vivi i valori insegnatole.
Argomenti che sono sempre molto odierni, perché come la Mastretta, anche oggi i bambini e le bambine vivono le stesse identiche situazioni, anzi oggi ancor più che allora, perché la società impone certe regole d’immagine ancora più esagerate.
Un romanzo che ha molto da insegnare e fa riflettere, arrivando subito al cuore del lettore che non deve necessariamente essere di un target adulto, ma sarebbe ideale anche per un target più giovane.

Àngeles Mastretta nasce a Puebla nel 1949. Dopo essersi laureata in Comunicazione presso la facoltà di Scienze Politiche e Sociali all’università Nazionale Autonoma del Messico, ha iniziato a alvorare come giornalista.
Nel 1974, grazie a una borsa di studio, frequenta il Centro Messicano Scrittori, dopo il quale pubblicherà una raccolta di poesie. Dopo la quale iniziò la sua carriera di scrittrice.
Nel 1977 vince il Premio Ròmulo Gallegos.

Source: ebook inviato al recensore dall’editore, ringraziamo Marilou dell’Ufficio Stampa Giunti.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Una Risposta to “:: Il vento delle ore, Ángeles Mastretta (Giunti, 2016) a cura di Micol Borzatta”

  1. Micol Borzatta Says:

    L’ha ribloggato su Quattro chiacchiere in compagniae ha commentato:
    Recensione pubblicata sul blog Liberi di Scrivere con cui collaboro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: