:: Exodus, Don Alemanno, (Magic Press, 2016), a cura di Elena Romanello

jenus

Clicca sulla cover per l’acquisto

Torna il personaggio di Jenus, al secolo Gesù, un Gesù decisamente diverso da quello che si conosce, ideato da Don Alemanno, in una nuova avventura, Exodus, che propone in chiave divertente un qualcosa di molto attuale e che non manca di far riflettere.
Per varie peripezie, il nostro eroe si trova infatti su una di quelle tante navi profughi che affollano il Mediterraneo, incontrando un destino difficile e non perdendosi d’animo, e facendo emergere tra una battuta e l’altra, tra un paradosso e l’altro, le contraddizioni del nostro mondo oggi.
Con quest’opera Don Alemanno si conferma come un autore ironico d’eccezione, capace di ideare un fumetto su alcuni dei nodi ancora irrisolti persino qui in Occidente, con al centro un’icona religiosa modificata nel corso dei secoli dalle varie dottrine, su cui si basa il credo cristiano e cattolico in particolare, senza essere comunque offensivo e facendo pensare su cosa può ancora dire questo Gesù vagamente mangofilo al pubblico contemporaneo.
Gesù viene rispedito dalla sua gente, gli alieni Elohim, sulla Terra tra la gente di oggi e vive le sue avventure, con una strizzata d’occhio alla storia originale e richiami all’attualità che in Exodus raggiungono uno dei punti più felici.
Ci si diverte leggendo questa nuova fatica di Don Alemanno, così come con le sue altre opere, per non parlare delle sue mostre temporanee che ormai allietano spesso le fiere del fumetto, ma non si può non pensare a tante cose, tipo come si possa raccontare il dramma dei profughi, presente anche se sotto il sorriso e la parodia, dall’esterno e dal punto di vista di chi, nato nella parte fortunata del mondo, non sa che cosa voglia dire rischiare tutto per arrivare in Occidente, insieme ad un Gesù smemorato che non ricorda chi è e crede di essere un profugo.
L’interesse delle opere di Don Alemanno è quello di coniugare riso e pianto, divertimento e riflessione sulla realtà, e di parlare di tragedie di oggi non in toni impegnati ma magari un po’ pesanti, ma con leggerezza, che non vuol dire superficialità. Per realizzare Exodus Don Alemanno si è documentato sul campo, andando a Lampedusa e parlando con tanti di quei ragazzi fuggiti da guerra e fame in cerca di un avvenire migliore, che racconta in un’opera buffa ma non certo stupida, con echi del lavoro parodico su religioni e miti che ha fatto un grande recentemente scomparso come Dario Fo.

Don Alemanno è lo pseudonimo nel mondo dei fumetti di Alessandro Mereu, classe 1981, che oltre a realizzare le strisce di Jenus di Nazareth, è un blogger e cantante con il gruppo Holy Martyr. Le strisce di Jenus hanno vinto il Macchia Nera Award e sono state pubblicate prima on line e poi in volumi da Magic Press.

Source: omaggio della casa editrice, si ringrazia l’Ufficio stampa di Magic Press.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Tag:

Una Risposta to “:: Exodus, Don Alemanno, (Magic Press, 2016), a cura di Elena Romanello”

  1. :: Exodus, Don Alemanno, (Magic Press, 2016), a cura di Elena Romanello | Liberi di scrivere « Elena Romanello sito ufficiale Says:

    […] Sorgente: :: Exodus, Don Alemanno, (Magic Press, 2016), a cura di Elena Romanello | Liberi di scrivere […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: