:: Paper Girls vol. 1, di Brain K. Vaughan e Cliff Chiang (Bao Publishing, 2016) a cura di Elena Romanello

5

Clicca sulla cover per l’acquisto

La Bao Publishing sta pubblicando Paper girls, graphic novel creata a quattro mani da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, opera interessante sotto vari punti di vista e ottimo esempio di fumetto indipendente a stelle e strisce.
Negli anni Ottanta Erin, Mac, Tiffany e KJ, un gruppo di amiche adolescenti, guadagnano qualche spicciolo consegnando giornali nelle prime ore del mattino nel loro quartiere: un giorno si trovano catapultate dal 1988 al 2016, perdendo di vista KJ, in un mondo dove ci sono alieni e presenze strane, e devono trovare un qualcosa chiamato la Quarta Piegatura, per poter forse riuscire a tornare a casa nel loro tempo, sperando di trovarlo ancora.
I viaggi nel tempo sono una presenza ricorrente nell’immaginario fantastico, da Wells al serial di Doctor Who: qui sono un’occasione per ricordare cosa si è e cosa si può diventare, al di là dell’espediente del fumetto, perché si cambia e non sempre ci si riconosce in quello che si era e in quello che si può diventare.
Paper girls è pieno di citazioni dell’immaginario fantastico degli anni Ottanta ed ha anticipato in un certo senso il serial cult della scorsa estate, Stranger things, viaggio in quel decennio in cui i nerd, allora non ancora visti come di tendenza, sognarono su storie inimitabili come I Goonies, ET e Stand by me.
Il fumetto è anche una storia di amicizia e di crescita, di rinuncia e di cambiamento, raccontata con la metafora del fantastico, tra un passato a cui si appartiene e un futuro che non è come non lo si aspetta, ma nessun futuro è mai così.
La cosa però più innovativa di Paper girls è la scelta di mettere al centro dell’azione un gruppo di protagoniste, non delle supereroine ma delle adolescenti alle presi con un’avventura più grande di loro, con un confronto con un mondo deformato, come è il crescere. Del resto, le ragazze sono sempre più centrali nel mondo del fumetto, come autrici e come protagoniste, sempre meno legate agli stereotipi e sempre più al centro dell’azione. E le quattro Paper girls sono un ottimo esempio di questo girls’ power che finalmente ha sdoganato il mondo delle nuvole parlanti anche per l’altra metà del cielo.
Da segnalare anche il disegno, ottimo per ricostruire dei sommessi anni Ottanta e un domani psichedelico e molto simile a come era la fantascienza in quel decennio. Tutto questo aspettando con ansia il prossimo capitolo della saga.

Brian K. Vaughan è uno scrittore americano di fumetti e serie televisive. Nonostante abbia iniziato a scrivere per personaggi DC Comics e Marvel come X-Men e Batman, è famoso soprattutto per le sue opere originali, tra cui vanno ricordate Y: L’ultimo uomo, Ex Machina, Runaways e L’orgoglio di Baghdad, per le quali ha vinto quattro premi Eisner. Per la televisione, ha fatto parte del team creativo della serie Lost, per la quale è stato nominato per il premio Writers Guild of America per migliore serie drammatica. Saga, insieme alla co-creatrice Fiona Staples, è il suo primo lavoro creator-owned.

Cliff Chiang, dopo la laurea ad Harvard in Letteratura inglese e Arti visuali, inizia l’attività di illustratore e fumettista grazie alla collaborazione con Disney Adventures magazine, DC Comics (Wonderwoman, Batman) e Marvel (Avengers, Ant-man, Ms. Marvel). I suoi lavori più noti sono Human Target, Architecture & Morality, Green Arrow/ Black Canary, tutti usciti per la DC Comics. Per BAO Publishing ha realizzato Cliff, il logo della Casa editrice. Sempre per la stessa Casa editrice, nel 2011 disegna Greendale, la trasposizione dell’omonimo album di Neil Young, e nel 2016, in coppia con Brian K. Vaughan, Paper Girls, serie candidata agli Eisner Awards come “Best new series”.

Source: omaggio dell’editore al recensore, si ringrazia l’Ufficio stampa.

Disclosure: questo post contiene affiliate link di Libreriauniversitaria.

Annunci

Tag:

Una Risposta to “:: Paper Girls vol. 1, di Brain K. Vaughan e Cliff Chiang (Bao Publishing, 2016) a cura di Elena Romanello”

  1. :: Paper Girls vol. 1, di Brain K. Vaughan e Cliff Chiang (Bao Publishing, 2016) a cura di Elena Romanello | Liberi di scrivere « Elena Romanello sito ufficiale Says:

    […] Sorgente: :: Paper Girls vol. 1, di Brain K. Vaughan e Cliff Chiang (Bao Publishing, 2016) a cura di Elena Rom… […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: